Convegno Castanea 2019

 

La cultura del castagno tra tradizione e innovazione: il case study della Rossara trentina e dell’iniziativa di valorizzazione di due giovani imprenditori Valentina Sevegnani e Sandro Mosele
Lo studio ancora nelle sue fasi iniziali attraverso la metodologia tipica della ricerca etnografica dell’antropologia culturale dell’alimentazione con il supporto dell’indagine storica e d’archivio vuole mettere in evidenza aspetti del sapere tradizionale legato a questo prodotto del bosco che attraverso uno sguardo innovativo vuole tentare di presentarsi sul mercato in modo competitivo e ritagliandosi una nicchia di interesse propria.


La cultura del castagno tra tradizione e innovazione: il case study della Rossara trentina e dell’iniziativa di valorizzazione di due giovani imprenditori Valentina Sevegnani e Sandro Mosele

In Provincia di Trento la cultura del castagno è presente da secoli come testimoniano le mappe catastali e gli estimi sia dell’epoca del Principato vescovile sia di epoca napoleonica e poi asburgica (catasto napoleonico e catasto franceschino). In questo documenti infatti vengono menzionati i boschi e le colture a castagno che molto probabilmente sostentavano la popolazione. Presentando la teoria del bosco edule e della tradizione innovata si vuole portare all’evidenza il progetto di valorizzazione di due giovani imprenditori trentini Valentina Sevegnani e Sandro Mosele che hanno rivitalizzato i boschi di castagno degli antenati (circa 2000 mq) che da decenni giacevano abbandonati. In particolare l’iniziativa imprenditoriale sta cercando di far conoscere la produzione di Rossara una castagna particolare e tipica della zona della Val di Cembra, ma da tempo abbandonata o sostituita dai più redditizi maroni. Lo studio ancora nelle sue fasi iniziali attraverso la metodologia tipica della ricerca etnografica dell’antropologia culturale dell’alimentazione con il supporto dell’indagine storica e d’archivio vuole mettere in evidenza aspetti del sapere tradizionale legato a questo prodotto del bosco che attraverso uno sguardo innovativo vuole tentare di presentarsi sul mercato in modo competitivo e ritagliandosi una nicchia di interesse propria.

mappe catastali, Rossara, val di Cembra, ricerca etnografica, giovani imprenditori